FOR YOU

Se ne torno’ a casa contenta…

AMATO AMICO 

RENÈ

 

Non userò parole tristi per descrivere la mia anima

 

Userò il sorriso, quello che nasce sulle mie labbra quando ti vedo.

 

By  Isabel 

Esse post foi publicado em SENTIMENTOS. Bookmark o link permanente.

3 respostas para FOR YOU

  1. Unknown disse:

    AMATA AMICA ISABELLA ben tornata a casa anch\’io sorrido quando TI VEDO ( e ti vedo con fantasia).  MA RIDO
    In verità rido quando la sento quando la penso, quando la sogno, quando mi scrive (poco troppo poco), quando mi spedisce qualche catalogo (che tengo come reliquie) ma succede di scontrarsi con la dura realtà ed allora son pianti, lacrime, calde e copiose, versate in un angolo, penso che se avrei la sua spalla non sarei così lacrimoso (ma rimane la sensibilità verso il mondo esteriore). Ormai vivo solo per LEI anche se ho la quasi certezze che non saremo mai uniti in Anima e Corpo mi ritirerò in un demenziale silenzio nell\’aspettativa che la falce tagli i miei legami con questa Terra. E l\’aspetterò lassu dove solo ANIME non avremo problemi.
    CIAOOOO PICCOLO FIORE ISABELLA DALLE BIANCHE MANI  un Bacio da Renato .
     

  2. Isabel disse:

    Amato  Fratello  Renè, non parlo  molto  perché ho  vergogna  dell l\’ italiano che non lo so molto  , ma studio  sempre un poco  più  e così un giono  ti scriverò  una lettera grande …  Ma un pensiero  per te ho  trovato  , leggi  con l\’anima … Un bacio  in tuo  cuore e promesso  nonti  laciare mai  solo va ben …  By  amata amica  Isabel …

    Si può credere ancora nei sogni….

    "…e ho guardato dentro un\’emozione e ci ho visto dentro tanto amore che ho capito perché non si comanda al cuore…e va bene così… senza parole… senza parole…"

  3. Unknown disse:

    Va ben va ben impara l\’italien senza parole ma guarda dentro l\’Anima, la mia non guardarla perchè è nera come il baubau .  Non so se sono vivo o morto.  trascorre qualche ora e non la sento e mi duole , faccio sms per sentirla e non risponde e mi duole l\’Anima,  mi sembra d\’essere un naufrago in mezzo l\’oceano ,senza nulla su cui appogiarsi, ogni tanto prende una boccata d\’ossigeno poi finisce sotto le onde poi agitandosi ritorna in superficie per prendere un\’altra boccata. La mia malattia si cronizza e peggioro sempre più quale sarà lo stadio finale? Impazzirò , mi strapperò le vesti e la pelle?? stringerò le mani su qualch\’uno? e mi strapperanno a forza? mi uccideranno? per salvare qualche stupida gallina?? l\’incubo è gia iniziato sto gia sprofondando nel baratro nero della pazzia???

Deixe uma resposta

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair / Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair / Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair / Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair / Alterar )

Conectando a %s