Salmo 9:1

 

La migliore preghiera che esiste: Luca 11:1-4.
E’ interessante notare che solamente Luca, riferisce un dettaglio sulla preghiera che non è di poco conto e vale a dire, che "i discepoli chiesero a Gesù d’insegnare loro una supplica" e che avesse valore per ogni tempo.
L’Evangelista Matteo, infatti, pur narrando lo stesso episodio, non menziona questa necessità dei discepoli: Matteo 6:9-13.
Se leggete il testo sopra descritto con attenzone, questa preghiera ha molti insegnamenti ma quelli indispensabili da tenere in mente sono tre, che mi accingo ad elencare.
– Dio non è solamente il Creatore dell’universo, ma Egli vuole essere il nostro Padre prendendosi cura di noi come Sue creature ed in quanto genitore, desidera un rapporto affettivo (rapporto verticale);
– Che il comportamento del perdono fra esseri umani è fondamentale per vivere con gli altri in pace e soprattutto con se stessi (rapporto orizzontale);
– Che il tentatore (satana), non è un’invenzione degli uomini ma essendo un essere spirituale forte, è allontanabile e sconfitto solo attraverso l’ntervento di Dio.

Perché dobbiamo pregare se Iddio conosce ogni cosa di noi?…
La risposta è nella preghiera del Padre nostro, perché Egli in quanto Padre, desidera sentire la nostra voce, desidera che noi ci confidiamo in tutta sincerità chiedendo il Suo parere prima di prendere qualsiasi decisione, perché noi non conoscendo di là della nostra vista e il nostro volere, può essere distruttivo per noi stessi.
Non possiamo pretendere che Dio ci doni i Suoi favori senza dialogo e senza rapporto affettivo.
Dio come nel giardino dell’Eden che chiamava Adamo, oggi chiama noi per un dialogo, per una carezza, per un sorriso e ciò che Egli sa donarci, è di gran lunga maggiore di qualunque altro!

Cosa avviene se stiamo alla Sua presenza?…
La risposta al quesito, ci viene dall’insegnamento biblico e per l’esattezza dal libro dell’Esodo che descrive Mosè quando saliva il monte Sinai per dialgare con Dio.
Infatti, è scritto che "Mosè rimase 40 giorni senza mangiare e senza bere" e quando scese, il "volto del Patriarca era splendente, radioso" tant’è che nemmeno lui lo sapeva.
Gesù, quand’era nel deserto per essere tentato da satana, dopo 40 giorni era stremato di fame e di sete, ma Mosè sopra il monte alla presenza di Dio, non aveva fame e nemmeno sete.
Questo c’insegna, che alla presenza del Signore, il tempo si ferma e giacché Dio è Eterno, anche noi entriamo in quella eternità allontanandoci dai bisogni della terra (Esodo 34:28-29).

Debbo chiedere a Dio quello che mi necessita e subito ringraziare?…
Questa è la preghiera del maleducato e l’insegnamento ci viene, come sempre, dalla Parola di Dio giacché nel Salmo 37:7 afferma: "Sta in silenzio davanti al Signore, e aspettaLo!"
E’ certamente giusto che ringraziamo l’Eterno per quello che ci ha dato e per quanto ancora farà per noi, ma non possiamo parlare soltanto noi e non attendere che anch’Egli ci parli!
Fra cnoscenti si parla in due e si sa ascoltare!
Dio vuole comunicare con noi non come amico, ma come genitore adattando il nostro spirito allo Spirito di Dio per ricevere il Suo messaggio e Dio, ha molte cose da comunicarci… se sapiamo attendere in preghiera e devozione in silenzio!

I figli di Dio ripieni dello Spirito Santo, non i ciarlatani, testimoniano che le maggiori benedizioni le hanno ricevute stando in silenzio davanti la presenza del Signore, dove il viso cambia aspetto e quando il tempo diviene inesistente e se dovessimo sentire con l’orecchio nella stanza la voce di Dio, facciamo come il piccolo Samuele e chiediamo: "Signore parla, perché il Tuo servo ti ascolta!"

Esse post foi publicado em MOMENTOS DE SABEDORIA. Bookmark o link permanente.

Deixe uma resposta

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair / Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair / Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair / Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair / Alterar )

Conectando a %s